03
Apr

Mi arredo casa…in 3D!

Capita spesso che, di fronte alle vastissime possibilità della stampa 3D, qualcuno si ritrovi sorpreso nel porsi la domanda “ma cosa potrei farmene di una stampante 3D?”.

Come azienda lavoriamo molto con altre aziende, e queste hanno già una precisa idea di cosa sia la Manifattura Additiva e di come la stampa 3D sia ormai uno strumento indispensabile nella prototipia rapida: sanno cosa chiederci e cosa avranno da noi.

Altre volte invece, che si tratti di uno studente di corso di stampa 3D tenuto in una scuola o di un privato che, affascinato dalla tecnologia innovativa, entri nella nostra sede pieno di domande, far capire cosa e come, nel pratico, la stampa 3D possa fare, è più difficile.

Ho deciso, allora, di cogliere al volo un’occasione che si è posta e che sarebbe bello se aprisse ai nostri lettori un ventaglio inaspettato di possibilità, su come usare la stampa 3D. Nel privato o nella propria azienda.

Qual è questa occasione che si è posta? Banalmente: mi sono trasferito. Mi sono trasferito e devo arredare casa. Ho già comprato i mobili principali ovviamente, ma… quante piccole, o non tanto piccole, cose mancano? Ed ecco che mi sono posto la domanda: ho bisogno di comprale oppure posso progettarle da solo e stamparle in 3D?

La risposta è nel titolo di questa rubrica che parte oggi e che avrà cadenza settimanale. Ogni settimana, infatti, vi proporrò un bisogno, mostrandovi qualcosa che ancora manca nella mia nuova casa, e nel corso della settimana progetterò in 3D e stamperò l’oggetto, mostrandovi poi il risultato finale.

Che ne pensate? Ovviamente saranno bene accetti suggerimenti, consigli ed opinioni. Seguiteci sui social network, come facebook e instagram, e sul blog sul nostro sito per partecipare attivamente.